Pagine

Bad dreams

Ecco, io certe volte i sogni li odio.
E li odio soprattutto quando già da sveglia sono turbata, poi mi addormento e sogno cose che non dovrebbero esistere...
Tipo stanotte, dopo una giornata psicologicamente molto pesante, mi compare in sogno Quello Lì. Che ovviamente, siccome è un sogno, è carino e amabile e tutto quello che non era più da un secolo, e "noi ci apparteniamo" e bla bla bla....
E io non le sopporto queste cose. Perchè dopo più di due anni me lo devo ancora ritrovare nottetempo a cercare di intenerirmi? 
Cioè, io lo so che il perchè è che non ho più sue notizie da due anni se non sprazi di info per vie traverse, e siccome mi dispiace e non sono fatta così tendo ad idealizzare e ad avere nostalgia, almeno inconsciamente... specie quando magari per altri motivi il mio presente per un attimo vacilla...
Però uffa, così mi sono svegliata storta, col mal di testa che mi martella il cervello e non è per nulla una buona giornata, ecco.

8 pensieri altrui...:

Puffola Pigmea ha detto...

l'inconscio è una brutta bestia
e diventa ancora peggio quando cerchiamo di ignorarlo.... perciò non farlo :)

chiediti cosa ti lega a Quello Lì dopo due anni, e smantella quella cosa - se è questo che vuoi.

Parere personale e assolutamente nonprofessional!!!

ciao
A.

IceAndFire ha detto...

il fatto è che consciamente la smantello ogni volta, sapendo benissimo che è una persona con cui non avrei mai potuto costruire nulla "a lungo termine", però ogni tanto spunta, probabilmente per via di questa sparizione forzata e totale che non mi appartiene (non sono il tipo che rompe i ponti in modo così assoluto, addirittura da non sapere più niente di qualcuno), e... ci sto male. perchè mi mette in testa dubbi che so di avere già dissipato a suo tempo, e che semplicemente la distanza nel tempo e nello spazio alimenta...
Grazie del parere comunque, fa sempre bene, anche perchè è una cosa di cui tendo a non parlare =)

A*

manu179 ha detto...

Quando capitava e capita a me(a distanza di 8 anni),e mi svegliavo con la luna storta,me la sono spiegata dicendomi che forse da un lato era "quello che volevo" ossia che LUI tornasse a implorarmi di tornare da lui e io che gli vomitavo tutto quello che mi aveva fatto per farmi stare male e col cavolo che lo rivolevo...Sostanzialmente non mi sono tolta tanti sassolini per fare "quella superiore" e forse ancora oggi la pago!!
Scusa l'intrusione arrrivo dalla Mukka!!

IceAndFire ha detto...

Scherzi? altro che intrusione, anzi grazie!
Probabilmente c'è anche un po' di quello, mi sono sentita trattata ingiustamente e vorrei avere l'occasione per rimettere le cose a posto, ma non credo succederà...
Mah...speriamo prima o poi smetta di perseguitarmi in sogno!
un saluto...ora passo a sbirciare da te! ;)

A*

SkinnyGirl ha detto...

Ma sai che giusto l'altra notte ho sognato un mio ex per cui ho versato + lacrime che la vedova inconsolabile di Fantozzi...parliamo di passato remoto eh, una cosa vecchia di 15 anni, non ci pensavo da una vita...infatti mi sono svegliata :-O
e mi sono chiesta per tutto il giorno "perchè??"

IceAndFire ha detto...

oh, questi sogni sono una rovina, stupidi ex!!!

(senza offesa per quelli che leggono, eh Simo? ;P)

A*

broken mirror ha detto...

ma guarda te... nostalgia di quello e nemmeno una mia presenza nel tuo mondo onirico... ma che infame... :p
senza offesa una cippa :p

cKlimt ha detto...

Non per consolarti, ma ti assicuro che sei in buona compagnia. ;-)
La cosa che hai descritto così bene è molto più diffusa di quel che si crede.
Nei sogni si esprimono le forze che di giorno teniamo sotto controllo con la logica, il buon senso e la razionalità. Ma siamo fatti di altro. Continua risuonarci dentro anche chi ci ha fatto del male, chi ci ha disprezzato, quella (o quello) con la quale sapevamo perfettamente che non avremmo mai trovato un equilibrio! Forse proprio per quello ci continua a catturare e ad affascinare quella segreta attrazione che torna a trovarci e a farci sentire del tutto disarmati.
Perchè l'unica verità che abbiamo dentro è la nostra contraddittorietà oltre a quella della realtà esterna.
I primi ad accorgersene sono stati gli artisti che proprio utilizzando il lato oscuro della loro "luna interiore" hanno saputo estrarre la potenza delle forze che spesso ci dilaniano. Al risveglio forse l'atteggiameto più giusto è un bel sorriso come dopo aver assistito ad una bella rappresentazione di opera teatrale già famosa. Ogni volta ci sarà sorpresa per come hanno recitato bene gli interpreti e per come ci hanno coinvolto emotivamente. Perchè questo va in scena ogni notte sul palcoscenico della nostra anima e noi dobbiamo assistervi con leggerezza, e possibilmente, senza dover pagare nessun tipo di biglietto, senza versare nessuna moneta (dove le monete sarebbero spiccioli di dolore). Un caro saluto. Carlo